Nessun commento

Defibrillatore in condominio: cosa dice la Legge, regole e costi

Uno degli argomenti recenti più discussi per quanto riguarda la vita condominiale è relativo all’obbligo di defibrillatore in condominio. In questo articolo andiamo a vedere tutto quello che c’è da sapere: da cosa dice la Legge ai costi. In Italia muoiono ogni oltre 60mila persone per arresto cardiaco e più del 70% dei casi avviene in casa, tra le mura domestiche dove si trascorre la maggior parte della vita. Il 20% di questi decessi potrebbero essere evitati grazie ad un intervento immediato. Proprio per questo ultimamente si sta discutendo sulla necessità di un defibrillatore in condominio. Sul nostro sito trovi diversi speciali molto interessanti sulla vita di condominio: ad esempio, c’è anche una guida speciale su tutto quello che c’è da sapere sulle regole e la ripartizione spese per l’ascensore condominiale

Pubblicità

Obbligo di defibrillatore in condominio

L’obbligo di defibrillatore vale per le Società e Associazioni Sportive e non all’interno dei luoghi di lavoro in aziende private o nei condomini. Diversi Comuni in Italia, però, tramite il Piano Regolatore, hanno reso obbligatorio il defibrillatore DAE semiautomatico nel condominio, con l’utilizzo riservato a personale scelto tra i condomini che faranno il corso blsd.

Installare un defibrillatore in condominio: ecco perché

Avere un defibrillatore in condominio potrebbe salvare molte vite. Andiamo a vedere i motivi principali perché può essere molto importante dotare il condominio di un defibrillatore:

  • Le malattie ischemiche del cuore sono la prima causa di mortalità in Italia
  • La maggior parte dei casi  può essere ‘risolta’ con l’uso tempestivo di un defibrillatore
  • La maggior parte dei casi avviene in ambito domestico
  • Il tempo d’intervento medio, in Italia, da parte di un’ambulanza è tra i 14 e i 18 minuti
  • Avere un Defibrillatore è un pregio ulteriore per l’immobile e l’amministratore

Vuoi sapere tutto sulle regole condominiali o cerchi un nuovo amministratore di condominio? Iscriviti ora su Condexo.


Defibrillatore in condominio: costi e spese

La spesa del defibrillatore in condominio viene ripartita tra i vari inquilini. Basta un solo defibrillatore portatile DAE posizionato in un punto facilmente accessibile a tutti per rendere sicuro e cardio-proteggere l’intero condominio. Ma quando costa un defibrillatore? In Italia il costo di un defibrillatore si aggira sui 1000 euro, diciamo dagli 800€ ai 1200€, in base alle caratteristiche del dispositivo. Ci sono modelli di defibrillatore anche da 2000€. Il prezzo varia a caratteristiche come la resistenza a fattori atmosferici quali acqua e polvere, il tipo di scarica erogata, le opzioni aggiuntive e altre funzioni. Le aziende possono acquistare un defibrillatore DAE, beneficiando di uno sconto sul premio Inail, mentre per i singoli cittadini il costo potrebbe essere elevato. Per questo, l’idea migliore è quella di condividere la spesa del defibrillatore con gli altri condomini e installarlo, pronto all’uso, in condominio.

Defibrillatore automatico, cos’è e come funziona un DAE

Il defibrillatore è uno strumento capace di erogare una scarica elettrica al cuore quando necessario, per azzerare il battito cardiaco e ristabilirne il ritmo corretto. I modelli di ultima generazione di defibrillatore automatico sono in grado anche di valutare e calibrare automaticamente la scarica elettrica e proprio per questo il DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) può essere utilizzato da tutti. Non si possono causare danni. L’uso del DAE in situazioni di emergenza non comporta conseguenze giuridiche e penali (art. 54).

Defibrillatore in condominio: dove installarlo

Il Decreto Ministeriale del 16 marzo 2023 prescrive, non per i condomini nello specifico ma in aree con particolare afflusso di pubblico, il posizionamento di segnali chiari e visibili per indicare il percorso per raggiungere velocemente, in situazioni di emergenza, il defibrillatore. Bisogna essere sicuri, però, che i defibrillatori siano sempre operativi e pronti all’uso. Un responsabile, infatti, deve garantire il monitoraggio regolare delle condizioni operative. La corretta collocazione dei DAE è molto importante: deve essere posizionato in un punto facilmente e rapidamente accessibile a tutti.

Vuoi sapere tutto sulle regole condominiali o cerchi un nuovo amministratore di condominio? Iscriviti ora su Condexo.

Questo si chiuderà in 10 secondi