Nessun commento

Indagine Condexo: caro bollette le rinunce degli italiani

L’indagine di Condexo su come gli aumenti di elettricità e gas impattano sulle abitudini delle famiglie: il 25% rinuncerà a gite ed eventi culturali

Contro il caro bollette gli italiani scelgono di spegnere le luci, di rinunciare alla colazione al bar e a una parte degli abbonamenti alle piattaforme streaming. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Condexo, azienda che si occupa di gestioni condominiali, che ha deciso di sondare l’opinione delle famiglie alle prese con gli aumenti dei costi di elettricità e gas. 

Caro bollette: elettricità +68%, gas +64%

Il nuovo anno per gli italiani si è aperto con una stangata: dal primo gennaio sono scattati gli aumenti che per il primo trimestre saranno del +55% per l’elettricità e +41,8% per il gas. Secondo la stima dell’Arera, l’Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente, le nuove tariffe si tradurranno in una spesa per la famiglia-tipo di: +68% per la bolletta elettrica (circa 823 euro); +64% per la bolletta del gas (circa 1560 euro).

Un caro bollette che peserà “molto” sull’economia familiare per il 75% degli intervistati da Condexo; “abbastanza” per il restante 25%. A pesare di più per il 60% dei 640 che hanno risposto al sondaggio il rincaro sull’elettricità.

Così per risparmiare il 50% degli italiani intervistati sceglie di tenere meno luci accese in casa; il 44% farà invece un uso minore degli elettrodomestici, per far fronte al caro bollette meno lavatrici e lavastoviglie. Tra i rimedi il 25% degli intervistati ha dichiarato che sostituirà le vecchie lampadine con quelle a basso consumo; il 6% pensa invece di sostituire i vecchi elettrodomestici; il 3% l’impianto di riscaldamento. Solo il 19% è disposto ad abbassare le temperature dei termosifoni sotto i 22° nonostante ad ogni grado in meno rispetto a questo livello corrisponda un risparmio compreso tra i 6% e il 10% sul consumo. Per il 44% meglio optare per la minor dispersione del calore in casa: infissi ben chiusi, ambienti isolati e porte serrate, niente panni sui termosifoni da sottoporre a manutenzione insieme alla caldaia.

Effetto Draghi : la stangata sulle bollette provocherà la fuga dai ristoranti, cinema e teatri

Secolo d’Italia – indagine Condexo

Caro Bollette, le rinunce degli italiani

La Repubblica – indagine Condexo

Caro Bollette le stragegie degli italiani contro i rincari

Adnkronos – indagine Condexo

Perchè sono aumentate le bollette di luce e gas

Gli aumenti delle bollette di elettricità e gas sono da imputare essenzialmente a due fattori: il trend di forte crescita delle quotazioni internazionali delle materie prime energetiche e del prezzo della CO2.

In particolare, il prezzo spot del gas naturale al TTF (il mercato di riferimento europeo per il gas naturale) è aumentato, da gennaio a dicembre di quest’anno, di quasi il 500% (da 21 a 120 €/MWh nei valori medi mensili); nello stesso periodo, il prezzo della CO2 è più che raddoppiato (da 33 a 79 €/tCO2).

La crescita marcata dei costi del combustibile e della CO2 si è riflessa, quindi, nel prezzo dell’energia elettrica all’ingrosso (PUN) che, nello stesso periodo, è aumentato di quasi il 400% (da 61 a 288 €/MWh nei valori medi mensili).

Analoghe ripercussioni sui prezzi per i consumatori finali si sono registrate in tutta Europa. Con riferimento al primo trimestre 2022, i prezzi a termine rilevati nel mese dicembre non segnalano ancora un’inversione di tendenza, attestandosi per il gas naturale intorno ai 118 €/MWh e per l’energia elettrica intorno ai 300 €/MWh.

Nessun commento

La panchina rossa di Condexo: l’impegno contro la violenza sulle donne

Nella storica Villa Paganini l’opera d’arte realizzata dallo street artist Amars su iniziativa di Condexo: “Abbiamo scelto un artista uomo perché il tema non è solo al femminile”

Anche la storica Villa Paganini di Roma ha la sua panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Si tratta di un’opera d’arte realizzata da Amars, noto street artist romano attivo sin dagli anni ‘90, su iniziativa di Condexo. L’interpretazione della panchina rossa di Amars è travolgente, cruda e diretta: sullo schienale dell’arredo urbano la scritta “you destroyed me” (“mi hai distrutto”) che appare come un vero e proprio livido sul corpo di una donna vittima di violenza. Realizzata con la tecnica delle bombolette spray ma con una forza realistica incredibile, capace di scuotere le coscienze e sensibilizzare tutti su un fenomeno dalle dimensioni davvero gravi.

Nel mondo la violenza contro le donne interessa 1 donna su 3; in Italia i dati ISTAT mostrano che il 31,5% delle donne ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Sulla panchina anche il 1522, il numero gratuito e attivo 24h su 24 che accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. 

La panchina rossa di Villa Paganini, inaugurata oggi 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è un’iniziativa promossa da Condexo: l’azienda che ha sviluppato un innovativo software per la gestione condominiale e che, proprio nella storica villa romana, nel settembre scorso ha sponsorizzato anche il lancio delle coccinelle nell’ambito del progetto ‘Coccinella Libera Tutti’ per salvare dieci giovani pini dalla cocciniglia tartaruga. Un impegno che travalica quello dei condomini: “In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne abbiamo ritenuto fondamentale dare il nostro contributo per sensibilizzare la collettività su un fenomeno che ancora oggi nella nostra società è purtroppo presente con numeri preoccupanti” – hanno dichiarato Clarissa D’Artibale, Serena Quaglia e Alessandra Valenti, Project Manager di Condexo. “Abbiamo scelto di avvalerci della della collaborazione di Arte e Città a Colori e della sapienza artistica di Amars, scegliendo quindi un uomo per realizzare la panchina rossa di Villa Paganini, per far passare forte e chiaro il messaggio che la violenza sulle donne non è una questione al femminile. Tutti dobbiamo impegnarci per arginare questo odioso fenomeno e dire stop alla violenza sulle donne. Invitiamo le vittime di violenza e stalking a non avere paura e, in caso di bisogno, chiamare il 1522”. 

Nessun commento

I pini di Villa Paganini assaliti dalla cocciniglia: per salvarli liberate 200 coccinelle

Il progetto di lotta biologica in ambito urbano “Coccinella libera tutti” fa tappa nella storica villa romana: a sponsorizzare il salvataggio degli alberi Condexo, testimonial 150 bambini

L’incredibile cornice di Villa Paganini, 200 coccinelle liberate, 10 giovani pini sottoposti alla cura con lotta biologica con l’obiettivo di arrivare a salvare i circa 50mila alberi di Roma messi in pericolo dalla cocciniglia tartaruga (Toumeyella parvicornis): il parassita che sta divorando il verde della città. Sono questi i numeri dell’ultima tappa di Coccinella Libera Tutti, il progetto di lotta biologica tramite la liberazione di coccinelle specifiche, ai parassiti degli alberi che già ha toccato Villa Leopardi, il parco Don Baldoni, a Villa Chigi, il parco Mario Riva e Villa Pamphili.

Coccinelle liberate a Villa Paganini: così si salvano i pini

I pini di Roma sono in pericolo e per salvarli da abbattimenti e crolli bisogna agire in fretta. Per questo Condexo ha deciso di supportare il lancio delle coccinelle a Villa Paganini, una delle ville storiche della città, dove dieci giovani pini messi a dimora nel 2019 rischiano di morire colpiti dalla cocciniglia tartaruga. 

“Una gestione virtuosa del condominio passa anche dall’attenzione rivolta al contesto che lo circonda e a tematiche fondamentali come quella della tutela dell’ambiente e del verde. Appreso del bellissimo progetto ‘Coccinella Libera Tutti’ – ha spiegato il team di Condexo – abbiamo deciso di contribuire con le nostre forze e supportare il grande lavoro dei comitati sul territorio: impegnati con costanza e determinazione a vantaggio dell’intera città e a tutela dell’immenso patrimonio verde che purtroppo è minacciato dalla cocciniglia tartaruga. Crediamo fermamente nella lotta biologica come valida cura per i pini di Roma. Per questo ringraziamo i comitati Don Minzoni e Amici di Villa Leopardi per averci coinvolto e invitiamo i cittadini, in primis i condomini che si avvalgono di un’amministrazione Condexo, a prendere parte a questo progetto così importante”

Il lancio delle coccinelle a Villa Paganini: 150 bambini testimonial

Nella tappa della storica villa romana lungo via Nomentana sono stati coinvolti anche 150 piccoli alunni della vicina Casa dei bambini e Primaria montessoriana plesso “Villa Paganini” che, grazie alla specifica competenza degli esperti dei comitati in materia di lotta biologica e tutela del verde, hanno trascorso una mattinata tra didattica, gioco e Natura. 

“Grazie a questo intervento anche Villa Paganini entra a far parte del progetto di introduzione della lotta biologica in ambito urbano Coccinella libera tutti. In piena epidemia di Cocciniglia tartaruga (Toumeyella parvicornis) 200 coccinelle sono state rilasciate sui giovani pini racchiuse all’interno di reti protettive, che copriranno per alcuni giorni le loro chiome, consentendo agli insetti antagonisti di combattere la cocciniglia tartaruga che li ha assaliti. L’obiettivo – il Comitato Don Minzoni e gli Amici di Villa Leopardi – è quello di agire quanto prima nel contrasto ai parassiti al fine di poter proteggere in futuro il più alto numero di nuovi pini. Per garantire continuità alla specie Pinus pinea nella città di Roma, occorre pensare a come garantire i reimpianti, dunque ai giovani pini. Intervenire in una villa storica, con la collaborazione di uno sponsor privato attento alla tutela del verde e con la partecipazione dei bambini della scuola montessoriana Villa Paganini, è il miglior segnale – hanno concluso le associazioni – per dare un futuro di benessere alle nuove e prossime generazioni”.

Che cos’è la cocciniglia tartaruga (Toumeyella parvicornis)

La cocciniglia tartaruga, il cui nome scientifico è Toumeyella parvicornis, è un insetto parassita dei pini proveniente dal Nord America. Si tratta di un parassita molto pericoloso tanto che, rinvenuto in Italia nel 2014 in Campania e poi da lì diffusosi in varie parti del Paese, sta mettendo a rischio estinzione l’80% dei pini di Roma. In Italia provoca danni soprattutto a carico del pino domestico (Pinus pinea), quello tradizionale del paesaggio romano. Sono circa 50mila gli esemplari del patrimonio arboreo di Roma che rischiano di morire a causa della cocciniglia tartaruga. Così comitati e associazioni hanno deciso di intervenire per salvare i pini di Roma curandoli con la lotta biologica. Nasce da qui il progetto di introduzione della lotta biologica in ambito urbano Coccinella libera tutti.

Il progetto Coccinella Libera Tutti

Coccinella Libera Tutti è un progetto di lotta biologica per salvare gli alberi di Roma, soprattutto pini ma non solo, promosso da diversi comitati e associazioni del territorio: Amici di Villa Leopardi, Comitato Don Minzoni, Amici dei Pini di Roma, Parco Mario Riva Onlus, Comitato Via Mascagni, Aurelio Volontari Decoro Tredicesimo, Comitato Catalani Vessella.

Il progetto nasce dall’esigenza di trovare una soluzione, sostenibile per l’ambiente, per tutelare il patrimonio verde messo a rischio dalla presenza, sempre più aggressiva e in costante crescita negli ultimi anni, di diversi parassiti quali la cocciniglia cotonosa e la toumeyella parviconis.

La Cryptolaemus Montrouzieri si nutre di cocciniglie cotonose (pseudococcidi), per questo viene utilizzata da molto tempo in tutto il mondo nei programmi di difesa biologica di diverse tipologie di alberi, agrumi e vite, mentre la Exochomus quadripustulatus si nutre della Toumeyella Parvicornis, nota anche come cocciniglia tartaruga, che sta contribuendo al declino e alla mortalità dei pini, alberi simbolo della Capitale.

Libera le coccinelle e salva anche tu i pini di Roma

Le coccinelle sono  posizionate, a cadenza mensile, su alberi che non hanno ricevuto trattamenti di altro tipo, identificati dalle organizzazioni promotrici del progetto.

Fai come Condexo. Dona e contribuisci ad acquistare due tipologie di coccinelle, la Cryptolaemus Montrouzieri e la Exochomus quadripustulatus, che saranno liberate in diversi parchi e aree verdi di Roma curate da gruppi di cittadini organizzati. 

L’obiettivo è quello di acquistare 6.000 coccinelle per trattare 600 alberi, dai anche tu una mano a liberarle e a salvare gli alberi di Roma!

Nessun commento

Love Testaccio

Condexo ti aspetta in Piazza Santa Maria Liberatrice nel Rione Testaccio nei giorni 8 e 9 aprile 2021. Il nostro team di professionisti sarà pronto a rispondere alle tue domande su:

  • Bonus 110%
  • Bonus facciate
  • Ecobonus e Sismabonus
  • Come rendere il tuo condominio efficiente
  • Come avere delle spese chiare e trasparenti

Nel corso degli Infopoint Condexo a Testaccio potrai parlarci di come vivi il tuo condominio e cosa possiamo fare per migliorare il Rione. Dicci la tua e richiedi un check up gratuito del tuo condominio su cura del verde, impianti e manutenzione del palazzo. Clicca qui per checkup e consulenza gratuita.

Scopri Condexo, il caffè te lo offriamo noi!

Meglio parlare di condominio, gestione condominiale virtuosa e opportunità, accompagnati da un buon caffè. Scopri Condexo, il caffè* te lo offriamo noi. Utilizza il tagliandino che ti è arrivato a casa, o ritiralo presso il nostro Infopoint. Potrai spenderlo in queste attività del tuo quartiere, supportare le attività della nostra città per noi è importante!

  • Pasticceria Linari – via Nicola Zabaglia, 9
  • Il Testaccino – Via Mastro Giorgio, 58-60
  • Gran Caffè – Via Giovanni Battista Bodoni, 15 

*Iniziativa valida fino al 30 aprile 2021.

Cosa possiamo fare per il tuo quartiere?

Hai visto cuori e caffè giganti per le strade del tuo quartiere? E’ opera nostra! Posta una foto con l’hashtag #lovetestaccio e tagga @Condexo: per ogni post doniamo 1 euro** a TestaccioinTesta per la cura del Rione! Fai lo stesso se hai ricevuto a casa o da qualcuno del nostro team la tua cartolina Love Testaccio e il QrCode ti ha portato qui.

Inoltre, per ogni Condominio di Testaccio che diventa Condexo 100€ per il progetto del Rione più votato. Compila il form e vota anche tu il progetto*** che vuoi veder realizzato nel tuo Rione!

**fino a un massimo di €500
***fino a un massimo di €5000

I progetti di riqualificazione per Testaccio

Ripartiamo col verde

E’ una iniziativa nata in collaborazione con le Associazioni, Trastevere Attiva, La voce di Porta Portese, Testaccio in Piazza e la Voce di Porta Portese, per coinvolgere i cittadini del Rione Testaccio nella piantumazione di nuovi alberi nelle vie di Testaccio. Il progetto vuole portare l’attenzione sull’importanza della cura del verde e dell’ambiente in cui viviamo con lo scopo di rendere gli stessi cittadini parte attiva di questo progetto.

“Riva de Cocci”

E’ un progetto volto alla riqualificazione di una parte importante del nostro fiume Tevere e che comprende il tratto della riva sinistra di Lungotevere Testaccio all’altezza di Ponte Testaccio. E’ un luogo di altissimo valore culturale, storico, archeologico e ambientale vista la presenza di una parte delle antiche Mura Aureliane, di una Torretta Medievale e di diverse specie faunistiche e botaniche.

Il Portierato di Testaccio

Il portierato di Testaccio è il primo portierato sociale del Rione Testaccio nato per essere vicino alle persone e soprattutto a coloro che vivono in condizioni di estrema fragilità. Le nostre attività guardano non solamente all’offerta di servizi di prossimità (ritiro della spese, di ricette e dispositivi medici, ricerca di professionisti dedicati alla cura della persone anziani ecc…) ma anche all’assistenza alimentare , medica e sociale per le persone maggiormente colpite dall’attuale emergenza sanitaria.

Nessun commento

“Condexo Happy Xmas Tree”: un premio per il tuo albero di Natale

L’iniziativa di Condexo che premia l’albero di Natale più bello che sia “condominiale” o di un singolo condòmino

Luminosissimo come quello di Napoli in piazza del Plebiscito; splendente e dorato come il fu ‘Spelacchio’ di Roma;  “del dono” come quello davanti al Duomo di Milano o digitale come a Venezia: gli alberi di Natale illuminano e stupiscono, restano uno dei simboli più affascinanti e poliedrici delle festività. Nelle piazze, come in casa: per ciascuno il proprio albero di Natale è “il più bello”; “il più originale”. Da immortalare e mostrare, da condividere orgogliosamente sui social. 

Ed è proprio a tutti i cultori dell’albero di Natale che Condexo ha voluto dedicare un’iniziativa: “Condexo Happy Xmas Tree”, il contest che premia l’albero di Natale più bello che sia “condominiale” o di un singolo condòmino. 

Per partecipare basta inviare la fotografia del proprio albero di Natale a ufficiostampa@condexo.it specificando nome e cognome del condòmino che lo ha realizzato o nome e indirizzo del condominio in cui si trova. Tutte le immagini ricevute saranno pubblicate in un album fotografico sul profilo Facebook di Condexo, l’hashtag ufficiale del concorso è #condexmas2020. Sono escluse iniziative di carattere pubblico (alberi realizzati direttamente o indirettamente da enti pubblici e/o con il loro contributo). 

In palio per il condòmino vincitore del contest “Condexo Happy Xmas Tree” una Christmas Box per addobbare l’albero di Natale 2021 e una targa premio; per il condominio con l’albero più bello il software Condexo e la Christmas Box in formato ‘large’, oltre alla targa premio. 

Sarà possibile partecipare al contest “Condexo Happy Xmas Tree” fino alle 23:59 del 6 gennaio 2021. A valutare le immagini degli alberi di Natale in concorso una Commissione appositamente costituita, il cui giudizio sarà insindacabile. Quale sarà il Condexo Happy Xmas Tree 2020? 

Nessun commento

Premio Giovane Amministratore 2020, tutto sulla prima edizione: vincitore e tutti i riconoscimenti

Premiato da Condexo il miglior amministratore di condominio under40

Oltre cento candidature presentate, amministratori e amministratrici di condominio rigorosamente under40 che si sono sfidati esponendo valide idee su come accelerare l’evoluzione del condominio tradizionale in digitale, dimostrando best practice nella gestione “smart” dei propri condomini.

Grande successo per il Premio Giovane Amministratore 2020

Si è chiusa con un grande successo la prima edizione del Premio Giovane Amministratore, il riconoscimento per gli amministratori di condominio under40 promosso da Condexo: azienda italiana nel campo del proptech che si occupa di gestioni condominiali e ha sviluppato un innovativo software che permette agli amministratori di amministrare i condomini risparmiando tempo e offrendo un servizio di qualità superiore. Un premio nato con lo scopo di sostenere i giovani amministratori nella loro formazione, nell’avvio e consolidamento della professione.

Il vincitore del Premio Giovane Amministratore 2020

Dopo una lunga selezione e la valutazione della commissione di esperti appositamente costituita, a vincere la prima edizione del Premio Giovane Amministratore è stato Giovanni Greco: classe ‘82, di Gallipoli.

Per essersi posto come artefice del cambiamento ed aver espresso con precisione e puntuali argomentazioni l’esigenza di proiettare il condominio contemporaneo nel mondo digitale dimostrando best practice nella gestione innovativa dei suoi condomini” – la motivazione della commissione di Condexo nel riconoscergli il premio di Giovane Amministratore 2020.

Una bella soddisfazione per Greco. “Sono amministratore di condominio a tempo pieno da quasi tre anni. Dopo una lunga esperienza nel mondo dell’assistenza tecnica ho deciso di cambiare strada arrivando alla gestione immobiliare: un’attività – ha spiegato ricevendo il riconoscimento di Condexo – in cui ho deciso di portare l’utilizzo della tecnologia e del digitale. Sono felicissimo di aver vinto il Premio. Il giovane amministratore ha una carta in più: quella degli strumenti digitali, oggi più che mai necessari per amministrare condomini in modo trasparente ed efficace, al passo con i tempi”. “E’ di Gallipoli il miglior amministratore di condominio” – così hanno titolato numerosi quotidiani online l’indomani della vittoria di Giovanni Greco al Premio Giovane Amministratore 2020.

Leggi le interviste e le news sul vincitore del Premio Condexo Giovane Amministratore

Gli altri riconoscimenti del Premio Condexo Giovane Amministratore

Puglia che con il ‘Giovane Amministratore 2020’ ha portato a casa anche un’altra vittoria. A Giusy Di Leo, amministratrice di condominio di Montemesola in provincia di Taranto, è andato il premio Rose Gold: il riconoscimento al miglior elaborato tra tutti quelli presentati dalle amministratrici di condominio. Un premio per valorizzare lo spirito imprenditoriale delle donne, il talento in rosa.

L’amministratore Christian Gabriele Aceto di Giulianova, ha invece vinto il premio Golden Digital per l’utilizzo degli strumenti digitali nell’amministrazione dei condomini.

Giancarmine Nastari il Golden Tech, per la promozione della tecnologia all’interno degli stabili amministrati.